GOR: Qumran

0
Condividi:

Ver Sacrum Qumran, quarto lavoro di GOR, ovvero Francesco Banchini, musicista napoletano multi-strumentista dal talento davvero straordinario, è un concept-album molto particolare e affascinante, dal carattere mistico e religioso, che esplora sonorità antiche legate al mondo medio-orientale. Qumran è infatti il nome di una religione della Transgiordania in cui vivevano tra il 168 a.C. e il 68 d.C. gli Esseni, popolazione ebraica dedita alla ricerca della conoscenza e della divinità (qualcuno di voi si ricorda i famosi “manoscritti di Qumran”?). Partendo da questo spunto GOR compie un viaggio nella storia e nel sacro, alla ricerca delle differenti forme musicali ritualistiche del mondo ebraico e cristiano, in cui si innestano anche diverse influenze arabe, a testimonianza del fatto che tutte e tre le differenti religioni monoteistiche hanno in realtà radici comuni. Preghiere, canti, litanie dal sapore oscuro e misterico, dove i cori rituali e la voce straniante di Francesco si uniscono ai numerosi strumenti acustici (percussioni, flauti, clarinetto etc.), si susseguono in questo lavoro compatto e armonioso, all’apparenza di difficile interpretazione, ma che in realtà riesce a fare presa e a conquistare l’animo di chi lo ascolta per l’intensità emotiva e la forza che emana da ogni singolo brano. Qumran è pertanto molto di più di un semplice lavoro musicale, è una vera e propria ricerca mistica che cerca di penetrare nei segreti di un tempo ormai lontano e dimenticato, forse proprio alla ricerca di quella conoscenza dell’universo e della divinità che gli Esseni cercavano di raggiungere, ed è anche un forte monito contro ogni forma di intolleranza religiosa, a favore di un mondo fatto di reciproco rispetto e di accettazione del diverso da sé.

Per informazioni: http://prikosnovenie.com
Web: http://www.frandescobianchini.com
Email: [email protected]
TagsGOR
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.