Lights of Euphoria: Krieg gegen die maschinen

0
Condividi:

Ver Sacrum Torben Schmidt, apprezzato dj e remixer, nonchè “membro” part time di Suicide Commando, è la mente che si cela dietro il progetto L.O.E. , band che negli ultimi anni si era segnala piu’ per i remix eseguiti per altri gruppi che non per dischi propri, ma dopo aver ascoltato “Krieg gegen die maschinen” direi che è valso la pena attendere. L’ultima fatica della band teutonica è uno di quei prodotti che fanno la gioia degli appassionati di elettro-EBM : 13 tracce (18 nella “limited edition”) che fondono EBM, synth-pop, industrial ed elettro-dark, una grande ricchezza stilistica indubbiamente dovuta al vastissimo schieramento di collaboratori di cui si è giovato Torben. Apprendiamo infatti che in sede di song-writing ha collaborato Gerrit Thomas dei Funker Vogt, mentre ad interpretare i vari brani si sono alternati personaggi come Ronan Harris (VNV Nation) che canta il brano “Consequence (Face yourself)” , Henrik Larsen dei NamNamBulu (” Nothing at all”), Anthony Mather degli Aslan Faction (“Fly to target”), Frank D’Angelo dei Dark Dimensions (“Wings of time”) e Rouven Walterowicz degli Endanger (“True life”). “Krieg gegen die maschinen” a tratti sembra piu’ una compilation che non un album di un unico artista ( a voi decidere se questo sia un pregio od un difetto), proprio per il variare di voci e stili, che alternano il future-pop (“True Life” su tutte : grande pezzo, caro “direttore”….) e l’ harsh electro (“Fly to target” la piu’ rappresentativa secondo me) ; addirittura nella tracklist troviamo due “cover” di band non propriamente famosissime: vengono infatti re-interpretate “Dyskonnect” dei God Module e “Shadow Merging” dei Run Level Zero, veramente niente male nemmeno queste due. Gli unici punti deboli del cd li troviamo nella mediocre “Trapped” ed in “True Life” (hecq version), per il resto direi che si tratta di un cd validissimo per chi apprezza sia l’elettronica piu’ danzereccia che quella piu’ “incazzata” ; un lavoro che fara’ la gioia sopratutto dei dj (almeno di quelli piu’ svegli ed attenti alle novita’) visto che offre una grande gamma di brani potenziali “riempipista”.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.