Void Construct: Sensory Division

0
Condividi:

Ver Sacrum Finalmente qualcosa si muove in campo “elettro” in Inghilterra e così, alle spalle dei VNV Nation si iniziano ad affacciare alcune band interessanti. Dopo aver parlato nei mesi scorsi di Aslan Faction e dei due side-project ad esso collegati, Tactical Sekt e Killing Ophelia, è oggi la volta dei Void Construct, un duo per la verità giunto già al secondo album. “Sensory division” è un disco piu’ che buono che nelle sue 12 tracce racchiude un pò tutte le sfumature della musica elettronica contemporanea ; si va dall’EBM classica di brani come “Rebirth” e “Disconnected” alla techno-trance di “Trauma-tech” ai momenti epico-sinfonici di “Visionary” e della maestosa “Random access”. In generale ogni brano del disco risulta piacevole e convincente e la sua varietà stilistica rende i Void Construct difficilmente catalogabili come “cloni” di qualche altra band in particolare ; pur non avendo inventato nulla di nuovo sono comunque autori di un disco di buon livello che merita attenzione. L’unica “osservazione” che mi sento di muovere riguarda la voce maschile, non particolarmente brillante ed un po’ indecisa se collocarsi nel “gruppo dei melodici” (Covenant, VNV Nation, Icon of Coil, Assemblage 23, ecc….) o nel “gruppo degli aggressivi” (Wumpscut, Hocico, Suicide Commando, ecc….).

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.