Cassetta Dinamica / H2S: Split EP

0
Condividi:

Quello della Cassetta Dinamica è un nome non del tutto nuovo nell’ambiente italiano: il progetto di Fabio D. e Antonio B. ha già pubblicato infatti un omonimo CD autoprodotto nel 2001 e un loro brano era contenuto in una delle compilation allegate a Rosa Selvaggia; inoltre, Antonio B. (probabilmente più noto come Bugo) è un personaggio molto attivo nella scena underground italiana, partecipando a un numero enorme di diversi progetti, differenti tra loro ma tutti caratterizzati, a quanto so, da un sostrato di pura follia. H2S è invece il progetto personale di Fabio D. Questo CDR 2″ contiene due brani di ciascuno dei progetti menzionati: sicuramente è un po’ poco per dare un giudizio sufficientemente ponderato sul loro valore da un punto di vista musicale, ma ci si può fare almeno un’idea. Per cercare di descrivere le loro sonorità, direi che si possono inquadrare i due progetti nell’ambito della musica elettronica con influenze che spaziano dai corrieri cosmici (il cui influsso è più presente nei brani della Cassetta Dinamica) a quella dell’elettronica industriale (più forte in H2S), ma in realtà sono abbastanza lontani dalla seriosità di ambedue le correnti menzionate; le prime caratteristiche evidenti sono la scelta di suoni analogici e l’ispirazione ai vecchi film di fantascienza. Divertente il secondo brano della Cassetta Dinamica, intitolato “Attacco Alieno”, in cui viene diffuso l’allarme cittadino dovuto all’invasione. Più impegnativo il testo di “Rivolta nel campo magnetico”, di H2S, in cui una complessa storia viene narrata da una voce femminile quasi sospirata sormontata da drones industriali. Come dicevo in precedenza, un po’ poco per dare giudizi sensati: ciononostante, pur non esprimendo grandissime novità sotto l’aspetto sonoro o tematico, ritengo che si tratti di una produzione decisamente valevole di un ascolto, sottolineando ancora una volta il buono stato di salute della scena sotterranea italiana.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.