Corvus Corax: Gaudia Vite - Live

0
Condividi:

Ver Sacrum I “Re dei suonatori” (Die Könige der Spielleute) sono tornati dalle lande della Germania a rallegrarci con questo nuovo lavoro, un CD live registrato durante lo “Seikilos Tour” del 2002. Per chi non conoscesse ancora i Corvus Corax dico subito che si tratta del più importante gruppo di ispirazione medievale della scena tedesca: attivo dal lontano 1988, nel corso degli anni ha saputo rinnovare e rielaborare con efficacia e intelligenza la sua proposta musicale, passando da una più classica rivisitazione della musica popolare medievale a vere e proprie reinterpretazioni personali, in cui gli strumenti antichi sono utilizzati con una sensibilità assolutamente contemporanea (addirittura nel progetto parallelo Tanzwut con lo strumentario medievale viene composta della musica electro-rock!). L’effetto finale è quello di un suono che si potrebbe definire “medieval-punk” tanta è la carica di energia rilasciata dai suonatori, otto strani soggetti (alcuni non più giovani) medieval-vestiti in modo spesso piuttosto buffo, ma che con le cornamuse, pifferi di vario tipo e percussioni ci sanno proprio fare, creando un muro sonoro davvero impressionante. Chiaramente la dimensione live ottimamente si addice ai Corpus Corax che in questo CD, che contiene ben 15 canzoni, dimostrano una energia e una potenza di suoni davvero impressionante, riuscendo a coinvolgere ed entusiasmare anche l’ascoltatore più arcigno (o depresso…) con alcuni dei migliori brani del loro ampio repertorio, fino a scatenare negli ultimi, lunghissimi, pezzi del concerto (“Platerspiel”, Chou Chou Sheng” e Hymnus Apollon”) dei veri deliri sonori. Dopo aver sentito questo CD ancor più di prima rimpiango di non averli mai potuti ascoltare dal vivo, magari in qualche sagra popolana di rivisitazione medievale, dove tra litri di sidro e vino al miele, i Corvus Corax ci starebbero proprio bene!

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.