Syrian: De-synchronized

0
Condividi:

Ver Sacrum Non mi capita spesso di dover recensire un disco di musica elettronica ad opera di artisti italiani, ma in quelle rare occasioni mi sono sempre imbattuto in dischi validi (Pulcher Femina ed XP8) …. il “trend” viene confermato anche oggi con il pregevole “De-synchronized” ad opera dei Syrian, duo milanese-astigiano, che partendo da esperienze musicali diverse, trova ora la sua giusta dimensione nel genere synth-pop/EBM riuscendo anche a conquistarsi un contratto con una signora label come l’americana A Different Drum, una delle etichette leader in questo genere musicale. Accade così che un gruppo italiano produca un disco veramente bello e raccolga il meritato successo oltre Oceano e sia invece ancora semi-sconosciuto in Patria…. misteri e miserie del panorama musicale italiano. “De-synchronized” come detto, è un ottimo esempio di musica elettronica che nei suoi vari episodi spazia tra il synth-pop, l’EBM ed il future-pop, ma che affonda le sue radici in suoni sintetici di pura matrice “wave” risalenti ai primi anni ottanta. Emblematica la cover dei Rockets “One more mission” : questa ed altri brani hanno sonorità molto “old-style” che ci fanno capire che siamo al cospetto di due musicisti con alle spalle anni di passione per certa musica; sonorità e tematiche “spaziali” si susseguono in buona parte dei brani del cd, zeppo di potenziali hits. Si parte con “She is the dark”, brano con tutte le caratteristiche per spopolare in pista; “Vision” altro grande hit che (senza ironia alcuna) mi ha ricordato gli Eiffel 65 (e quindi mi chiedo perchè se le radio italiane ci propinano gli Eiffel non possono togliersi i paraocchi e trasmettere anche i Syrian ed altri ?); la già nota ed ottima “No Atmosphere” ed una magistrale cover di “Wasted Years” degli Iron Maiden. Insomma, un disco bello e meritevole di riscontri ad opera di una band che promette di darci grandi soddisfazioni…. bando ad ogni esterofila, c’è chi sa produrre buona musica elettronica anche in Italia !

TagsSyrian
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.