ThouShaltNot: The White Beyond

0
Condividi:

Ver Sacrum Il terzetto americano intende proporre una miscela di esperienze tecno/gothic ed acustiche (piano, chitarra) attraverso un discreto uso di ritmi sintetici ed arraggiamenti classici. Dal punto di vista puramente strutturale si può certamente dire che i musicisti sono molto in gamba: i brani sono elaborati in modo pregevole e le diverse sonorità scivolano bene l’una nell’altra. Quel che non va è il tono a tratti leggero di certe tracks, certamente godibili ma … forse troppo. I brani migliori sono decisamente quelli strumentali, tipo “The Insistence on Solid Floors” e “(breathe again)” in cui l’architettura complessa delle composizioni è capace di suscitare profonde emozioni con le sue incisive irruzioni elettroniche. Insomma il cd si lascia assumere bene anche per la sua precisone formale ma non rivoluzionerà di certo gli orizzonti del gothic a cui, a dir il vero, fa giusto qualche ammiccamento.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.