Pinknruby: The Vast Astonishment

0
Condividi:

Ver Sacrum Pinknruby è un duo composto dalla cantante slovena Mihaela Repina e dal chitarrista inglese Paul Bradbury che ricama i suoi incanti sonori dal 1998, attraverso una decisa evoluzione che, partendo da sonorità drums & basses, è oggi approdata a forme romantiche così tipizzate dalla mitica label francese. Questo cd costituirebbe, a detta degli stessi autori, un ponte gettato tra lo stile della vecchia canzone tradizionale e la moderna tecnologia; in realtà mi sembra un ponte steso tra le esperienze dei Cocteau Twins, soprattutto quelle più recenti post 4AD, e le fiabesche invenzioni dei gruppi Est-europei tipo Caprice e Fleur (anche essi proposti per i tipi della Prikosnovenie). Le canzoni infatti sono caratterizzate da atmosfere oniriche e romantiche e contengono continui riferimenti a miti e fiabe slovene. La dolce voce di Mihaela (comunque ben distante dalla trascendente liricità di Elizabeth Frazer) è suadente e carezzevole, e le 11 tracks si susseguono tenere e vellutate, senza però particolari sussulti emotivi o invenzioni strutturali particolari. Davvero interessante “Angel” per il suo mistico inseguirsi di echi celestiali. Complessivamente questa realizzazione del duo anglo-sloveno è piacevole e ben s’inserisce nell’alveo delle produzioni Prikosnovenie, ma per il futuro è lecito sperare in un’ulteriore sviluppo che conferisca a Pinknruby maggiore personalità e peculiarità stilistica.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.