La Mamoynia: omonimo

0
Condividi:

Ver Sacrum Dopo il miniCD Ola Gri recensito lo scorso novembre su questo sito torniamo a parlare della band italo-greca dei La Mamoynia. La maturazione nei tre anni di distanza che separano questi due lavori è notevole e netta. Intanto il gruppo ha esasperato nel loro suono la passione per l’elettronica, producendo un risultato che ricorda certa wave degli anni ’80 rivista però in un’ottica più attuale, con suoni molto moderni. Da questo punto di vista la scelta di riprendere il brano “Ricky’s Hand” degli storici Fad Gadget sembra una dichiarazione programmatica circa la musica a cui il gruppo vuole riferirsi. E’ inoltre evidente in questo CD una cura certosina per i suoni e per gli arrangiamenti: i brani sono costruiti con attenzione stratificando pattern sintetici (quasi tutti i membri del gruppo curano la fase di programmazione dei pezzi) mescolandoli con i suoni “più” tradizionali del basso, delle chitarre elettriche e della batteria. Quello che non va in questo disco è, ancora una volta, la voce del cantante. Bisogna dire che qui si cimenta in modo minore con il cantato vero e proprio, dando la preferenza ad altre forme espressive (più “gridate” o declamatorie) che risultano piuttosto accattivanti, in virtù anche del fatto che in molti pezzi viene fatto uso della lingua greca, con le sue sonorità così inusuali per noi. Il problema invece si ha quando egli si cimenta con toni baritonali, con un risultato che è assai poco gradevole, spesso al limite della stonatura. Senz’altro quindi i brani migliori sono quelli poco “cantati”, e tra questi va citata l’ottima “Ta Macheria Mou” davvero molto interessante. Compaiono anche alcune canzoni di Ola Gri tra cui “Walk in the Silence”, “Ola Gri”, presentata in un arrangiamento rivoluzionato rispetto a quello originale, e “I Anixi Emoraghi” riproposta in due parti. I ragazzi de La Mamoynia hanno davvero molto da dire e mostrano una maturità innegabile: il mio consiglio non può che essere quello di lavorare, ancora una volta, sulla voce.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.