Sara Noxx

0
Condividi:

Sara Noxx

Sara Noxx a Scandiano (foto di Christian Dex © Ver Sacrum)

Equinoxx, ultimo album dell’artista tedesca Sara Noxx, era stato una delle più brillanti scoperte del finire del 2003 e di conseguenza attendevo con discreta curiosità il suo approdo in Italia per l’unica data in programma al Corallo di Scandiano; decido così di affrontare questa breve trasferta e di recarmi in Emilia, dove troverò altri due membri di Ver Sacrum, Christian Dex e Mircalla.

Giunti al locale abbiamo l’opportunità di mangiare qualcosa nel bel pub annesso e quindi di spostarci nell’area dove si terrà il concerto. Il locale (che a fine Marzo ospiterà il concerto degli Ostara) si rivela molto bello, decisamente capiente e con un palco spazioso; insomma gli ingredienti per una bella serata sembravano esserci tutti. Purtroppo però, ancora una volta ci scontriamo con la ritrosia tipica del pubblico italiano nell’approcciarsi a concerti di gruppi poco famosi (non si può certo dire che Sara Noxx sia popolare nel nostro Paese); è amaro constatarlo, ma se stasera si fosse inaugurato il locale con una semplice serata danzante, sarebbe sicuramente intervenuta più gente.

Ci ritroviamo quindi in pochi intimi a presenziare a questo concerto (nel conteggio sono ovviamente escluse le schiere di ragazzini che raggiungono il locale per la serata musicale che seguirà il concerto, mentre il pubblico “dark” verrà relegato in una sala attigua piu’ piccola); quando Sara Noxx si presenta sul palco, non posso negare di essere stato sorpreso in negativo dal suo look. Se è infatti innegabile che ciò che conta è la proposta musicale (e sulla validità di questa nulla da eccepire), è anche vero che, come si suol dire, “anche l’occhio vuole la sua parte” e vedermi una ragazza abbigliata con bandana, jeans e giacca della tuta da ginnastica, beh francamente non me lo sarei aspettato!

Sara Noxx

Sara Noxx a Scandiano (foto di Christian Dex © Ver Sacrum)

Sul palco assieme a Sara c’è un tastierista, più che altro impegnato con un PC i cui problemi provocheranno ben due (seppur brevi) interruzioni dello spettacolo. Il palco come detto è molto grande, anche troppo per due sole persone e senza l’ausilio di fumo artificiale e proiezioni video il set si presenta estremamente spoglio e povero. Tutto ciò condiziona molto il risultato finale e così brani indubbiamente validi ed efficaci, che alternano momenti marcatamente dance (il singolo “Colder and colder” sta spopolando in Germania) ad altri più lenti e malinconici, all’insegna della musica elettronica molto nello stile della veterana Anne Clark, perdono molto del fascino che hanno su disco.

Sara Noxx non fa molto per risollevare le sorti dello show, restando sempre praticamente immobile dietro l’asta del microfono, lo stesso immobilismo palesato dal pubblico (tranne timidi accenni di danza da parte della redazione di Ver Sacrum e pochi altri), per un concerto che si trascina così stancamente verso la fine.

Un vero peccato perché, come detto, c’erano tutti gli elementi per una serata memorabile: un locale bello e un’artista valida; ciò che è mancato (come spesso capita) è stato il pubblico (ed alcuni dettagli tecnici per rendere lo show piu’ accattivante). Tanto di cappello quindi ha chi continua ad avere il coraggio di organizzare eventi di questo tipo in Italia… spesso il riscontro pressoché nullo da parte del pubblico ti fa sentire come una sorta di Don Chisciotte.

Links:

Sara Noxx- sito ufficiale

LaRoseNoire

Sara Noxx

Sara Noxx a Scandiano (foto di Christian Dex © Ver Sacrum)

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.