Neverwood: Misty morning

0
Condividi:

Ver Sacrum Arriva dalla Finlandia il nuovo nome imperdibile per chi ama la voce femminile e le atmosfere ethereal. In realtà “Misty morning” rappresenta già il terzo album dei Neverwood, ma il sottoscritto (e penso molti di voi) li scoprono oggi, grazie ad un disco delizioso, intriso di malinconia e dalle molteplici sfaccettature sonore che mi riportano alla mente i Cocteau Twins virati in chiave moderna, nonchè gli inevitabili rimandi a Massive Attack e Portishead. La bellissima voce di Saara Hellstroem è la freccia in piu’ nell’arco dei Neverwood, intrisa di malinconia e sensualità, caratteristiche onnipresenti nella 12 tracce di “Misty morning”, che spaziano tra ethereal, trip-hop e breakbeat senza tralasciare un tocco jazz conferito dall’apporto del sassofono, in un caleidoscopio sonoro affascinante e crepuscolare. Tra le canzoni, non posso non citare la bellissima “Purification”, un brano che difficilmente puo’ lasciare indifferente l’ascoltatore, a meno che al posto del cuore non abbiate una pietra.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.