Sarrazine: Sarrazine

0
Condividi:

Ver Sacrum Francois Testory, cantante d’opera ed ex attore e ballerino oltre che pupillo di Lindsay Kemp, è il perno attorno al quale ruota l’intiero progetto Sarrazine. Il nostro, coadiuvato da una nutrita schiera di amici, compila un dischetto abbastanza interessante, ove la sua assai particolare voce viene supportata ora da intensi tappeti elettro, ora da melodie dal marcato influsso etno. Più d’un episodio merita di venir ricordato, come “La tristesse du roi”, “Mirzo”, la title-track, “Isham” e “Black heart”, anche se la durata del CD, ben sessantasei minuti, non agevola certo l’ascoltatore. Fra rimandi al pop ottantiano, astrusi esperimenti ove la voce si erge a protagonista e tracce che paiono composte proprio per esaltare il multiforme talento di Francois, si corre il rischio reale di giungere alla fine dell’opera perlomeno frastornati, tanta è la varietà compositivo/esecutiva messa in campo. Va comunque senz’altro lodata questa ennesima iniziativa della quotata Prikos, label che ha fatto dell’elevato valore aggiunto delle proprie produzioni un vero tratto distintivo. Con due/tre tracce in meno potremmo gridare al capolavoro, così come “Sarrazine” è resta in ogni caso un bel disco.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.