Ultra Milkmaids: Pop pressing

0
Condividi:

Ver Sacrum Non posso negare di non essere un grande frequentatore dei lidi Ant-Zen, anche se so essere un’etichetta da molti apprezzata e considerata a livello di culto. Ero quindi curioso, pur non essendo vicinissimo ai miei ascolti favoriti, di ascoltare il nuovo lavoro di questo progetto francese il cui nome era nuovo alle mie orecchie. Non sapevo esattamente cosa aspettarmi ma, conoscendo la fama dell’etichetta, immaginavo una qualche forma di noise elettronico: in effetti, se vogliamo, non siamo poi così lontani a livello di definizione, anche se l’elettronica glitch di questo Pop pressing è molto più vicina alle lande delle frange elettroniche del cosiddetto “post rock” piuttosto che alla rumorosità di matrice industrial. Mi sento di dover anticipare subito un paio di caratteristiche di questo CD: innanzitutto si tratta di un disco che, per essere apprezzato, richiede un ascolto abbastanza attento, in quanto un approccio superficiale potrebbe essere fuorviante; secondo, a mio giudizio, alterna brani molto belli e coinvolgenti a brani poco significativi pseudosperimentali, difetto, quest’ultimo, frequente in questi ambiti musicali: ad esempio il primo brano mi ha fatto temere che il CD fosse danneggiato e saltasse; è un’impressione che mi capiterà di riavere durante l’ascolto del CD nei brani che ritengo più deboli. Tutt’altro discorso va fatto per gli altri brani in cui l’elettronica viene utilizzata in maniera più intelligente amalgamandosi con i sottofondi di chitarra elettrica distorta, in una forma musicale che sembra mescolare i geniali sfondi elettronici dei troppo presto dimenticati Seefeel alle ipnotiche rumorosità chitarristiche dei Loop e dei primi Main, ottenendo, in brani come “my electric ladddy land”, “nenver”, “pop star” o “slo_Drum” risultati di tutto rispetto. In conclusione si tratta di un lavoro dai risultati alterni, che è in grado di raggiungere, a tratti, vette molto interessanti. Chiude il CD un video di “pop star”, direi molto adatto ad una proiezione sul palco durante un loro concerto.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.