Liars: There's always room in the broom

0
Condividi:

Ver Sacrum Che cosa dire di questo piccolo capolavoro di “fake art” ad opera dei Liars? Che, a parte la musica, varrebbe la pena comprarlo solo per la realizzazione! Grazie alla complicità della Mute Records e dello stesso Blixa Bargeld, quello che mi ritrovo in mano potrebbe tranquillamente essere il nuovo singolo degli Einsturzende Neubauten colti da una fase acida e in vena di scherzi e giochini: il bellissimo logo del gruppo tedesco fa bella mostra di sé in copertina, “travestito” da strega con cappello a punta e scopa; il nome di Bargeld compare tra i credits e l’etichetta è proprio la Mute: ci si potrebbe giurare! Invece si tratta del singolo di un gruppo americano, che scopro essere considerato tra i principali fautori di un revival punk-funk di cui non conoscevo l’esistenza. Altrettanto sorprendente è il contenuto del CD: tre brani per la durata complessiva di 9 minuti circa, abrasivi e interessanti, acidi e corrosivi; il trio si diverte a mescolare suoni noise-punk ad influenze industrial e voci in falsetto e coretti apparentemente sciocchi. Il secondo brano è un breve divertissement per batteria, rumori e loop industriali. Completa il singolo un bel brano a base di timpani e basso con la solita voce in falsetto. Di funk ce n’è ben poco in questo singoletto, e personalmente ne sono felice: in questi tre brani è presente l’espressione più vicina possibile a ciò che avrebbero potuto fare gli Einstürzende Neubauten se avessero suonato musica punk. Divertentissimo!

TagsLiars
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.