Vegetable G: A perfect spring

0
Condividi:

Ver Sacrum Sembra che l’etichetta di Ivan Iusco sia uscita dopo un periodo di apparente torpore; probabilmente sono io che ho perso I contatti, ma non so perché ho avuto l’impressione che, dopo un periodo di buon fervore, l’etichetta fosse entrata in una sorta di lento letargo; le recenti uscite dei Pankow e di questi Vegetable G potrebbero riportarla al posto che merita all’interno del panorama elettronico italiano. Il CD che sto cercando di recensire, infatti, tenta di sfuggire ad ogni possibile catalogazione, e devo dire che ci riesce anche molto bene: siamo in presenza di una varietà notevole non solo di influenze ma anche di tipologie musicali a tutti gli effetti. Devo dire che già la lettura della formazione mi aveva preparato a qualcosa di veramente particolare; si tratta di cinque musicisti che suonano un po’ di tutto: flugelhorn, doublebass, violino, chitarre bassi, pianoforti e forti, continui trattamenti elettronici. In questo interessante calderone si può trovare veramente qualunque cosa: dai violini riverberati alla Blaine L. Reininger ai breakbeat e al drum ‘n’ bass intelligente di casa Minus Habens, da slanci psichedelici alla Porcupine Tree, ai glitch, alle voci filtrate e lavorate, fino ad arrivare addirittura ad arpeggi che mi hanno riportato alla mente i delicati arabeschi di Robin Guthrie, in una varietà di mescolanze e commistioni che denota fantasia e cultura musicale. Stiamo parlando di un disco che vale senz’altro la pena ascoltare, anche se la sua varietà mi rende difficile consigliarlo a qualcuno in particolare: per gradirlo serve sicuramente un po’ di apertura mentale in quanto il continuo cambiamento può a volte lasciare frastornati ma allo stesso tempo potremmo dire che chiunque (beh, quasi!) può trovare elementi interessanti e consoni ai propri gusti. Nel complesso, pur non essendo esattamente il tipo di musica elettronica che ascolto normalmente, devo dire che sono rimasto favorevolmente colpito da questa nuova produzione italiana.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.