Saints Of Eden: Overload

0
Condividi:

Ver Sacrum I Saints Of Eden sono la band di Cian Houchin, divenuto famoso qualche anno fa per aver fatto parte dei Nefilim e per aver registrato con loro l’album Zoon (1996). Dopo quell’esperienza il bassista/tastierista ha fatto uscire due dischi a nome SOE, e più precisamente The other side e Proteus. Adesso si ripresenta con un lavoro nuovo di zecca, dal titolo Overload, che in realtà non si distacca molto da quanto il gruppo ha proposto in passato e che può essere descritto come un mix tra industrial, metal, gothic ed electro. Detta così la cosa potrebbe sembrare piuttosto interessante, ma a dir la verità l’ascolto del cd non mi ha entusiasmato più di tanto. Le canzoni che include non si possono definire brutte, e tutto sommato alcuni spunti interessanti qua e là ci sono, ma è tutto l’insieme a non convincere granché… Sarà per la scontatezza di certe sonorità, o magari per la mediocrità delle vocals, o forse per il fatto che l’album alterna momenti più tirati e aggressivi a parti molto lente, melodiche e decisamente troppo lunghe, ma già intorno alla quarta o quinta track ci si inizia ad annoiare un bel po’, e ci si comincia a chiedere quanto manchi alla fine… Forse questa release potrà in qualche modo interessare ai fan di Carl McCoy e compagni, se non altro perché ci sono affinità con quanto fatto ai tempi del già citato Zoon, ma per il resto non mi sentirei di consigliarla ad altri, specie a coloro che amano l’industrial metal più pesante e oscuro e che di sicuro rimarrebbero delusi da un lavoro di questo tipo, decisamente troppo soft e leggerino. Del resto non mi sembra neanche tanto adatto a un pubblico più orientato verso sonorità electro-goth, anche perché ci sono in giro decine di formazioni che sanno interpretare il genere molto meglio dei Saints Of Eden. Insomma, non si può certo dire che questo Overload sia riuscito a colpire nel segno e, almeno per quanto mi riguarda, sarà uno di quei cd che finiranno molto presto nel dimenticatoio…

Condividi:

Lascia un commento

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.