Hexentanz: Nekrocrafte

0
Condividi:

Ver Sacrum L’etichetta statunitense The Fossil Dungeon si sta rivelando una fucina di interessanti pubblicazioni, soprattutto negli ultimi anni. Non posso nascondere che alcuni dei lavori stampati dall’etichetta non sono di mio completo gradimento, ma i gruppi recentemente entrati a far parte del suo roster (penso agli italiani Chirleison, GOR e Violet Tears ma anche gli storici Mephisto Walz o ancora ai progetti Mirabilis e xArcanex), insieme ai notevoli livelli finalmente raggiunti dai The Soil Bleeds Black hanno notevolmente elevato il livello medio delle produzioni dell’etichetta. Hexentanz è una cooperazione tra i fratelli Riddick, provenienti dal gruppo appena citato, e tre collaboratori di un gruppo industriale chiamato Psychonaut 75 (Michael Ford, in qualche modo ideologo degli Hexentanz, Dana Dark e Davcina). Nekrocrfte vuol essere un’analisi attualizzata della cerimonia del sabba, attraverso l’uso delle forme musicali medievali associate a quelle della musica rituale più recente, fondamentalmente di derivazione ambient e industriale. Il risultato è decisamente interessante e, per dare un’idea di cosa ci si possa aspettare, siamo a metà strada tra The Soil Bleeds Black e il dark ambient nordico, avvicinandosi notevolmente ai fasti, ormai perduti da tempo, dei The Moon Lay Hidden Beneath a Cloud, privati però dell’aura epica e pomposa che li caratterizzava. I testi, spesso recitati e sospirati più che cantati, le ambientazioni, le ritmiche scandite dai timpani, la fosca oscurità del suono nel suo complesso: tutto coopera a fare di questo CD un’opera di ottimo pregio, che riesce a riunire in sé le caratteristiche migliori dei gruppi di provenienza dei membri del progetto. Probabilmente non si tratta di qualcosa di assolutamente originale, ma la visione fortemente personale e la scelta tematica di questo lavoro lo rendono decisamente appetibile. Anche l’artwork, come capita spesso per le produzioni dell’etichetta statunitense, è decisamente curato, anche se sarebbe molto gradito, all’interno del bel digipack grigio e argento, un libretto riportante testi ed ispirazioni. L’acquisto è decisamente consigliato agli amanti del genere.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.