In Strict Confidence: Seven Lives

0
Condividi:

Ver Sacrum Il 2004 si era aperto all’insegna degli In Strict Confidence, che nel mese di gennaio avevano licenziato lo splendido “Holy” (per me disco dell’anno) e si chiude ancora sotto il segno della band di Dennis Ostermann, che regala ai fans questo ricco mcd (13 tracce per quasi 80 minuti di musica) imperniato su una delle piu’ belle canzoni incluse in “Holy”. “Seven Lives” ci viene proposta in 5 versioni: oltre all’ “extended version” ed al “club mix” (a cura di Olaf Vollschlager), abbiamo un “Monozelle remix” francamente deludente; decisamente piu’ apprezzabili i remix di De/Vision e degli eroi americani del synth-pop, gli Iris. Due remix anche per “No love will heal”, gli autori sono i Cruxshadows e Lucas Boysen con risultati discreti; una nuova versione anche per “Eye of heaven”, che risulta molto piu’ tranquilla rispetta alla versione originale (che sinceramente ho nettamente preferito) e nuovo remix anche per “Babylon”: entrambi i remix sono ad opera di Hecq che ancora una volta mi delude come già aveva fatto nel recente “Holy – The Hecq Destruxxion”, cd che proponeva remix di tutti i brani di “Holy”. Eccoci quindi ai 4 inediti assoluti, che indubbiamente rappresentano il vero motivo d’interesse di questo mcd: si parte subito benissimo con “Open skies”, dove ritroviamo la splendida voce di Antje Schulz, per un brano veramente splendido, sulla scia dei due brani già interpretati da Antje su “Holy”, ovvero “Sleepless” ed “Emergency”. Belle anche “Walking shadows” (che in alcuni passaggi mi ha ricordato il singolo di qualche anno fa “Kiss your shadow”) e la strumentale “Slowmotion”; piu’ particolare e minimalista “Der Teufel”. Un mcd quindi decisamente interessante, con dei buoni inediti e remix (quasi tutti) interessanti, il tutto per altro presentato in una veste grafica decisamente interessante (ritroviamo la suora già protagonista delle copertine di “Babylon” ed “Holy”, questa volta virata a modo di divinità indu’): un digipack con gli angoli arrotondati. Acquisto obbligato per i fans della band tedesca.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.