AA.VV.: Septic vol.5

0
Condividi:

Ver Sacrum Quinto capitolo delle compilation della Dependent, divenute un capitolo fondamentale per fare il punto della scena elettronica internazionale. A differenza dei sampler editi da altre etichette (mi riferisco in primo luogo alle pur valide “Machineries of Joy” della Out of Line), la serie Septic preferisce concentrarsi su un elettronica maggiormente raffinata e diversificata; in questo capitolo la prima cosa che si nota è l’assenza di brani di “future-pop”, mentre prevalgono brani dediti alla contaminazione tra EBM, techno, industrial, ecc… Come di consueto nella tracklist si alternano nomi già affermati e “belle speranze” del panorama elettro; da “urlo” la sequenza di quattro brani che troviamo dalla traccia 7 a quella 10: aprono gli XPQ-21 con l’eccellente “In your eyes” che li conferma sull’ottimo livello espresso con l’album “Chi”, in un brano tanto ritmato quanto pregno di malinconia e romanticismo a ribadire l’amore di Jeyenne per le sonorità “wave” anni ’80. Seguono i FAQ con un altro brano estremamente “catchy”: elettro-pop di qualità; strepitosi e fedeli al loro stile, i nuovo brani di Mind In A Box e Rotersand ad anticipare i loro prossimi lavori per l’etichetta tedesca. Tra le altre segnalo un nuovo remix per “Torch” dei Seabound, la consueta irresistibile carica techno-trance di This Morn’ Omina e l’EBM di “Black Angel” degli statunitensi Battery Cage. Un’ottima compilation per un’esauriente panoramica sullo stato della scena elettro.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.