Black Eternity: ...And The Petals Fell...

0
Condividi:

Ver Sacrum Seconda prova per questa interessante one-man-band ascrivibile ad Emanuele Telli, unico responsabile del progetto Black Eternity. “…And the petals fell…” consta di cinque tracce dai tempi lenti, dilatati, emananti un’aura di solenne mestizia. Lo stesso artwork induce chi vi s’accosta al ripiegamento interiore, la copertina raffigura una lunga galleria di sepolcri leggermente sfocati, e l’impressione di spoglio e quieto abbandono che si prova viene amplificata dall’assenza di colore. Trattasi sommariamente di ambient darkeggiante, ma non possono sfuggire riferimenti concettuali al doom più estremo ed oltranzista, quello che ha fatto dell’annichilimento del concetto di ritmo e di canzone la sua nera bandiera. Tutti i brani sono caratterizzati da un accentuato minimalismo, che non stride con alcuni passaggi improntati su d’una sofferta magniloquenza. Sopra tutto “20-08-2003” accentua i caratteri di funerea sacralità che pervadono “Black Eternity”, ed è evidente la volontà dell’autore di esprimere un dolore intimo. Tutti gli episodi sono esclusivamente strumentali, ma il libretto riporta per ognuno i testi, da leggere così seguendo la musica. Una prova ancora acerba, ma senza dubbio interessante e meritevole di attenzione. Con cotali presupposti, si può prevedere ulteriori maturazioni, sopra tutto affinando il metodo di scrittura e curando maggiormente i suoni. Da contattare!

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.