Kalidon: Songs For The Revenant

0
Condividi:

La formula proposta dai milanesi Kalidon non presenta sostanziali innovazioni rispetto quanto già offertoci da legioni di combos dediti al metal gothikeggiante. “Songs for the revenant”, anticipato dal singolo “Sweetest poison” che noi già recensimmo, è comunque lavoro ben suonato e prodotto, ed indubbiamente le canzoni ivi contenute si pongono su di un livello qualitativo medio-alto. Ben arrangiate ed interpretate, riescono a tener ben desta l’attenzione dell’ascoltatore. “Green fields” (anche in versione acustica) e “The sweetest poison” (già presenti sul singolo sopramenzionato) sono piacevoli ballate energetiche, “Revenant”, “Dark dominion” e “Last night a vampire appared to me” possiedono un bel tiro, collocandosi con merito nella parte superiore della goth-division, richiamando quanto proposto dai connazionali My Sixth Shadow. Un disco che certo ha richiesto grande impegno da parte dei suoi estensori, che va riconosciuto e sostenuto.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.