YcosaHateRon: Mechatherion

0
Condividi:

Strani ed oscuri passaggi hanno caratterizzato l’arrivo di questo box nelle mie mani; per quanto mi riguarda, il nome di questo progetto è assolutamente nuovo, anche se credo di intuire che in esso collaborano diversi musicisti dell’area metal più estrema. Quest’autoproduzione è contraddistinta dalla confezione decisamente sontuosa e, considerato che si tratta di un’opera prima, direi anche un po’ pretenziosa: si tratta di un box stile DVD contenente tre CD-R, uno dei quali è definito come “bonus CD”, e di un libretto riportante brano per brano autori di testi e musica nonché i gli strumentisti che vi partecipano. Ad occhio direi che si tratta di un progetto solista di Jehna, coadiuvato da alcuni musicisti della scena metal. Fondamentalmente si tratta di un lunghissimo viaggio in una desolatissima landa sonora a metà strada tra dark ambient e power electronics ma con un’ispirazione, ben visibile nel libretto e nei titoli e altrettanto percettibile nell’impasto sonoro, di stampo indubbiamente legato al metal più oscuro e malato. Non posso negare che l’ascolto è molto faticoso, trattandosi di circa tre ore di musica ostica e profondamente distruttiva, soprattutto in alcune parti dell’opera in cui ho l’impressione che si voglia tirare troppo la corda, con brani dalla durata lunghissima ma che, dopo i primi minuti, non si evolvono più e ripetono all’infinito un’immagine di se stessi troppo fissa e statica. La mia impressione è che il primo dei tre CD sia quello maggiormente affetto da questa ipertrofia sonora che, negli altri due dischetti, si ripresenta ma in maniera meno diffusa e percettibile: brani lunghissimi, anche intorno alla mezz’ora, in cui all’elettronica folle e disperata si accostano a tratti violentissime schitarrate black metal dal suono (credo volutamente) saturato e sporco. A mio personale giudizio, i momenti migliori dell’opera si possono trovare nel terzo CD, quello definito come bonus, proprio perché più dinamico e, per quanto possibile, movimentato. La parte grafica è abbastanza curata, anche se trovo poco significative le scritte in inglese con caratteri dell’alfabeto greco sul retro del box. È da notare che il questo lavoro è stato stampato in sole 264 copie, di cui la prime 44 dovrebbero contenere anche poster e maglietta.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.