Einstürzende Neubauten

0
Condividi:
Einstürzende Neubauten

Einstürzende Neubauten al Teatro della Concordia (foto di Giuseppe Anania)

Tempo di celebrazioni per la band di Blixa Bargeld; 25 anni di onorata carriera che vengono festeggiati con un tour che tocca l’Italia per l’unica data in programma questa sera, presso il Teatro della Concordia di Venaria Reale (Torino).

Giungiamo sul posto con discreto anticipo, nonostante la pioggia battente ed i lavori in corso sull’autostrada Milano-Torino che rendono il viaggio non propriamente agevole, e possiamo ammirare la bella struttura di questo moderno teatro, una sorta di grosso cubo che stasera (a quanto di dice, su richiesta della band) vede smantellate tutte le poltrone: assisteremo quindi all’evento in piedi, situazione che mi sorprende ma che indubbiamente si rivelerà preferibile per una migliore fruizione della musica dei Neubauten.

L’assenza delle poltrone fa sì che nella struttura prendano posto molte piu’ persone delle 400 che avrebbero rappresentato la capacità massima dell’impianto e così, quando il concerto ha inizio, valuterei il pubblico presente non inferiore alle 2.000 unità. La band tedesca sale sul palco in leggero ritardo verso le 21.30; sono in sei: Blixa è accompagnato dai fedeli Alexander Hacke (basso) e Andrei Chundy (percussioni), oltre a Rudolph Moser (percussioni), Jochen Arbeit (chitarra), Ash Wednesday (tastiere). Blixa sciorina un discreto italiano e ci introduce all’evento che si articolerà in due parti di un’ora circa ciascuna, per una scaletta di “greatest hits”; da notare che, come già avvenuto per il tour dell’ultimo albumPerpetuum Mobile, subito dopo la fine del concerto si potrà acquistare il doppio cd live della serata (nonostante il prezzo non proprio economico di 25 Euro, a fine serata il “live” andrà a ruba ed anch’io non mi sono sottratto….).

Si parte subito alla grande con “Futter mein ego”, seguita da “Die befindlichkeit des landes”, mentre la successiva “Haus der luege” viene “dedicata” al neo-Papa (eletto proprio nello stesso giorno del concerto) Joseph Ratzinger… visto il significato del titolo della canzone la dedica potrebbe essere alquanto polemica…

Einstürzende Neubauten

Einstürzende Neubauten al Teatro della Concordia (foto di Giuseppe Anania)

Tutta la band mi pare in grandissima forma; come sempre la parte più spettacolare riguarda i due percussionisti che si cimentano tra lamiere, molle, tubi, taniche di plastica e di metallo, un carrello della spesa, etc… un’autentica “sagra” percussiva, una dimostrazione di creatività assoluta e di capacità di generare suoni dagli oggetti più disparati.

Ottima come sempre la performance vocale di Blixa, coi suoi vocalizzi ora profondi ora acuti, pronto a creare sonorità giocando con una pistola ad aria compressa e sintonizzando una radio su varie frequenze durante l’esecuzione di uno dei brani. Entrambe le parti del concerto spaziano tra brani più datati ed altri più recenti (si va da “Dead friends around the corner” a “Z.N.S.”, da “Redukt” a “Salamandrina”, dalla vecchissima “Kalte sterne” alla romantica “Youme & Meyou”, ecc…); proprio in virtù del tipo di musica che suonano, la dimensione “live” è quella che più si addice ai Neubauten e così diversi brani aumentano il loro spessore rispetto alla già notevole resa su disco.

Il pubblico applaude entusiasta alla fine di ogni brano ed il calore è tanto che, dopo le due ore circa già effettuate, gli Einstürzende fanno il loro ritorno sul palco per altri due brani; a chiudere magistralmente questa serata è la splendida “Ende neu”, il finale forse più prevedibile, ma anche il più giusto. Un concerto semplicemente magnifico, per una band che mi pare migliorare col passare del tempo e che stasera ci ha offerto un concerto indimenticabile, spaziando giustamente in tutta la loro discografia (sottolineo questo in maniera apertamente polemica con quanto fatto invece dai Dead Can Dance, che nella loro recente data milanese hanno invece colpevolmente trascurato in maniera praticamente totale i loro primi quattro album). Buon compleanno agli E.N. ed…. altri 25 anni di carriera!

Si ringrazia Giuseppe Anania per averci concesso l’uso delle foto qui pubblicate.

Links:

Einstürzende Neubauten – sito ufficiale

Einstürzende Neubauten

Einstürzende Neubauten al Teatro della Concordia (foto di Giuseppe Anania)

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.