Ver Sacrum Reduce dall’ottimo album prodotto sotto il nome di Destroid, Daniel Myer (aka Haujobb), si produce in questo album dove, oltre ad un paio di inediti, ci offre una serie di remix di brani del suo repertorio, alcuni realizzati da lui stesso, altri da nomi del calibro di This Morn’Omina, Seabound, Asche, Glis, ecc… Proprio i due remix realizzati da This Morn’Omina e Seabound (rispettivamente per i brani “We are the renegades of noize” e “Platform”) costituiscono a mio avviso i fiori all’occhiello del cd. Le due inedite rispondono al nome di “Mind crush” e “Perpetual motion” e non aggiungono molto alla fama di Daniel Myer, geniale manipolatore di suoni, alchimista dell’elettro-sound piu’ spigoloso ed anticonvenzionale, sempre dedito alla sperimentazione. Un disco non fondamentale per i novizi, ma indubbiamente interessante per i fans piu’ incalliti di Haujobb.