History Of Guns: Apospemia (A collection of b-sides)

0
Condividi:

Ver Sacrum È davvero difficile capire cosa passa per la testa dei membri degli History Of Guns, bizzarro gruppo inglese che esiste già da alcuni anni e che ha all’attivo la pubblicazione di diversi Ep e di un full-lenght intitolato Flashes of light. La mia affermazione trae origine dal fatto che questo Apospemia non è una normale versione promozionale del loro nuovo album: esso è stato realizzato con l’intento di pubblicizzare il secondo lavoro della band (che sarà pubblicato prossimamente e si chiamerà Apophenia…), ma in realtà contiene canzoni che non saranno incluse in tale release!!! Tutto ciò viene giustificato dicendo che i brani del promo sono una sorta di “virtuali” b-sides dei singoli che potrebbero essere estratti dal cd in uscita, ma è chiaro che si tratta più di una battuta che di un’idea realizzabile… Mi rendo conto che quello che sto raccontando vi sembrerà un po’ complicato, ma a quanto pare questi ragazzi si divertono molto a confondere le idee di chi si ritrova a recensire il loro materiale, o a navigare nel loro sito web! Tra l’altro la confusione regna sovrana anche all’interno delle tracce incluse nel dischetto, che mi sono sembrate un’accozzaglia di cose senza senso, suonate maluccio e cantate pure peggio! La “ricetta” musicale degli HOG è a base di ingredienti piuttosto vari: nei loro pezzi troviamo molti riferimenti al gothic rock e una buona dose di elettronica, ma ci sono anche altri elementi che contribuiscono a rendere alquanto strano il sound proposto (non sono infatti rari i casi in cui i due generi nominati si mischiano con il drum ‘n’ bass, l’ambient e l’industrial…). Talvolta l’unione di stili diversi dà risultati eccellenti e fa sì che una band possa essere considerata “particolare” e “innovativa”, ma come avrete intuito tali aggettivi non si adattano molto agli autori di Apospemia… Anzi, per essere precisi bisognerebbe dire che il secondo non gli si adatta, e che il primo può essere utilizzato solo con connotazione negativa! In poche parole la particolarità del gruppo è quella di essere abbastanza bravo nel creare brani bruttini e sconclusionati, nei quali oltretutto compare un vocalist che tenta di imitare i più famosi gothic singers, ma che non è quasi mai all’altezza della situazione… Insomma, non si riesce proprio a capire perché gli History Of Guns non hanno realizzato un normale promo dell’album che sta per uscire, e hanno invece deciso di far circolare questa specie di “surrogato” (che si può anche scaricare gratuitamente dal loro sito): se lo scopo era quello di creare curiosità e interesse dubito che riusciranno a ottenere ciò che volevano, perché la bassa qualità delle canzoni scoraggerà molte persone e farà passar loro la voglia di ascoltare altro materiale di questa band… Per informazioni: Liquid Len Records, PO Box 165, Hertford, SG13 7ZN, Uk.

Per informazioni: Liquid Len Records, PO Box 165, Hertford, SG13 7ZN, Uk
Web: http://www.historyofguns.com/
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.