Blacksun: Di Fersi Morendo Eterni

0
Condividi:

Ver Sacrum Altro cd-r targato Blacksun; sul progetto romano devo ripetere quanto detto nella recensione di “It’s creeping rage”, anche se questo cd-r, rispetto al lavoro precedente, mostra ulteriori progressi ed un deciso uso della lingua italiana: anche questo disco è caratterizzato da un sound elettronico estremamente oscuro, una “dark-ambient-elettronica” caratterizzata da testi introspettivi che contribuiscono ad accrescere il senso d’inquietudine già ben configurato dalle musiche. “Di Fersi Morendo Eterni” si articola in 6 tracce; le caratteristiche sono quelle sopracitate, con testi cantati (o per meglio dire, recitati) in italiano da Alessandra Cerruti. Ascoltate “Invidia” o “Livido cuore” e verrete trascinati nella piu’ cupa desolazione digitale per qualcosa che, volendo a tutti i costi fare dei paragoni, si potrebbe accostare ad una versione “minimalista” di Siderartica o Kirlian Camera. “The seed” privilegia invece la scelta della lingua inglese ed è forse il brano di maggior impatto del cd; chiusura con “Halloween”, brano infarcito di sample tratti da un film di Carpenter. Trovo che i progressi di Blacksun siano costanti ed evidenti e chiudo quindi con un nuovo “appello” a qualche label affinchè gli conceda la meritata chance di pubblicare un full-lenght.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.