Rotersand: Welcome to goodbye

0
Condividi:

Ver Sacrum Con “Dreamweb” dei Mind In A Box e “Welcome to goodbye” dei Rotersand, la Dependent ha pubblicato quelli che al momento sono, per il sottoscritto, i due migliori dischi elettro del 2005. I Rotersand confermano gli entusiasmi sollevati col loro precedente album di un paio di anni fa, realizzando un disco assolutamente convincente caratterizzato da un elettro-sound al di fuori dei consueti stilemi EBM. La musica del trio tedesco è assolutamente personale e non consente paragoni con altre bands; pur non rivoluzionando la scena elettronica, i Rotersand producono brani unici ed affascinanti; come sul primo album, anche nel nuovo disco abbondano i lavori destinati a spopolare sui dancefloor e per i dj’s non vi è che l’imbarazzo della scelta con le varie “Exterminate, Annihilate, Destroy”, “Dare to live”, “The last ship – pt1”, “Almost wasted” e “Undone”; anche “By the waters”, dopo il suo avvio pacato da “ballad”, si apre verso soluzioni dance….. insomma, per le prime 9 tracce (sulle 13 che compongono il cd), non ve n’è per nessuno e si sfiora la perfezione assoluta. “Welcome to goodbye” perde qualche colpo negli ultimi quattro brani, dove prevale un eccessiva sdolcinatezza (“Alive” e “Angels falling”), ma ciò non basta ad inficiare un giudizio che rimane altamente positivo.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.