Dope Stars Inc.: Neuromance

0
Condividi:

Ver Sacrum Esordio assolutamente spettacolare per il quartetto dei Dope Stars Inc., non per nulla l’autorevole Orkus ha loro tributato una medaglia in qualità di “esordienti del mese” nel settembre appena trascorso. Di diritto, in quanto “Neuromance” è prodotto di livello internazionale, e con pieno merito andrà a posizionarsi nella mia personalissima “best of” di quest’anno. Ci mancherebbe! Principiamo, una volta tanto, dalla confezione, lussuosissima. Due dischetti (il principale è accompagnato da uno ulteriore pieno zeppo di chicche!) custoditi da un appropriato involucro in cartoncino sul quale spicca l’intrigante e curato logo del combo, a modo di libro, che racchiude un dettagliatissimo booklet (aprendolo vi imbatterete in una abbondantissima messe di immagini, note dettagliate e liriche/proclami!), un posterino effigiante i mainmen del project Victor Love e Grace Khold (ma la metà delle copie riporta quello degli altri due membri Darin Yevonde e Alex Vega), inoltre sticker e cartolina concorso! I nostri hanno profuso tanto impegno, supportati dalla attenta Trisol, che certo non si è lasciata sfuggire l’ambita opportunità di pubblicare questa pietra miliare del neo-techno-goth, e raccoglieranno sicuramente i frutti di cotale fatica. Le fotografie degli ambigui e sensualissimi cybermusici sono efficaci e nitidissime come il personalissimo look da loro adottato (nulla è stato lasciato al caso!), e l’ambientazione da post-apocalisse suburbana dominata dalle macchine e dalla semi-oscurità ben si sposa al contenuto sonoro di questo fantastico e viziosissimo “Neuromance”, la produzione del quale è stata affidata ai gurus Thomas Rainer (L’Ame Immortelle) e John Fryer (NIN, HIM, Depeche Mode, Cocteau Twins…), nomi che risaltano nell’affollato panorama musicale odierno (almeno quello che a noi compete!). E la musica? Tanta davvero, di che pascere le aspettative dei più accaniti ed esigenti fruitori di suoni alternativi. Un folle e perverso concentrato di goth-glam-techno-punk-nu-metal oscurissimo ed asfissiante, una serie colpi da k.o. mandati a segno con impressionante, terrifica efficacia. Le ritmiche sostenutissime non danno tregua, se non per brevi episodi, quando rallentano la loro corsa senza che per altro scemi minimamente il loro impatto, le chitarre sono taglienti e malignamente heavy, e l’attento e fondamentale uso della tecnologia scaglia nell’immensità dello spazio a malapena illuminato da un sole morente un cupo monolite inscalfibile, la rotta del quale verrà da ora determinata proprio dall’onda sonika emanata dai quattro alfieri della tenebra e dai loro strumenti! Se i Sigue Sigue Sputnik (ai quali fecero da spalla la scorsa estate) all’epoca della loro venuta shockarono più per lo stravagante aspetto e le roboanti dichiarazioni delle quali furono accreditati, i Dope Stars Inc. aggiungono all’immagine un contenuto musicale di altissimo livello. “Neuromance” stabilisce nuove coordinate, che le giuovini forze emergenti del dark-sound del nuovo millennio saranno costrette a seguire, onde evitare di smarrirsi nell’algente deserto della sterile emulazione, e poscia perire d’inedia creativa. Ah, non ho citato nemmeno un titolo? Ma questo è un cd da ascoltare per intiero! Per quanto riguarda il secondo disketto, non trattasi di mero gadget fungente da ulteriore esca, tanto per rabbonire vieppiù i fan, bensì di una eccellente compilazione di remix (alcuni presenti in reiterate versioni), curati da una vera e propria parata di guest-stars, fra le quali spiccano il mefistofelico Mortiis (per non smentir quanto poc’anzi affermato, non citerò titoli, tanto ve li ascolterete tutti!), l’avvenente Elena Alice Fossi (Siderartica/Kirlian Camera), Endraum (eccellente versione, la loro), Gerrit Thomas (Funker Vogt), Moritz Neuner e Stephanie Luzie, Inge Breichler e Gernot Musch (Pilori), e la lista è ben più lunga. Un inedito e due gustosissime cover implementano ulteriormente un disco che avrete già fatto vostro ben prima di terminare questa mia humilissima dissertazione. Il futuro è già fra noi, non ve ne siete accorti?

Per informazioni: www.thetadivision.com
Web: http://www.dopestarsinc.com
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.