S.I.T.D.: Odyssey:13

0
Condividi:

Ver Sacrum Decisamente una delle band piu’ “in forma” delle scena EBM, i S.I.T.D. forti del successo dell’album “Coded Message:12”, tornano a colpire con questo nuovo mcd. “Odyssey:13” consta di 9 tracce, 4 inedite e 5 remix; lo stile è quello ben noto ai fans del trio teutonico: elettro-dark che coniuga irresistibili “anthem” da dancefloor ed atmosfere apocalittiche ed oscure. Dopo l’intro rappresentato dalla strumentale “Odyssey”, il mcd entra nel vivo, con le nuove, ottime, “Suffering in solitude” (cantata da Thomas Lesczenski e quindi, come sempre nei brani da lui interpretati, decisamente melodica) e “Firmament”, un grande pezzo, destinato ad entrare nella serie dei tormentoni da discoteca composti dai S.I.T.D. La lista dei remix viene aperta dai Grendel che operano su “Crusade” con un risultato francamente un pò sottotono rispetto ad altri remix della band olandese; nuova versione anche per “Venom”, brano tratto dal loro primo album, “Stronghold”, qui realmente “stravolta”, in un’atmosferica versione rallentata. “Wegweiser” era un pezzo decisamente ballabile già nella versione dell’album e questa nuova “club version” non fa che amplificarne le potenzialità. L’ultimo brano inedito è “Benumbed”, dall’incidere piu’ lento, rappresenta l’anima piu’ “dark” del trio tedesco e nello stile mi ricorda “Decoy” ed “Asphyxiation” (le due inedite incluse sul mcd “Richtfest”). Gran finale con i remix di “Plastination city” a cura di Painbastard (il cui tipico cantato aggressivo va a modificare sostanzialmente questo brano originariamente solo strumentale) e “Ascension” e a cura di Absurd Minds; questi ultimi re-interpretano il brano con il loro cantato molto “alla Pitchfork”, trasformando completamente la canzone rispetto alla versione originale, tanto nella parte vocale quanto in quella dell’arrangiamento strumentale. Un mcd quindi di tutto rispetto, con ottimi nuovi brani e remix che hanno la capacità di offrire realmente qualcosa di nuovo rispetto alle versioni originali.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.