To Avoid: Voyage Into The Past!

0
Condividi:

Ver Sacrum Quello che conta, per i due band-mates M.a.r.c. e grandT, è indubbiamente creare un genere di musica assolutamente efficace. E questi due autentici specialisti in ambito elettro-industrial colgono appieno l’obiettivo col progetto To Avoid, un concentrato di ritmiche pesanti e strutture lineari ma non per questo banali, poggianti su una produzione chiara e potente, il tutto senza dimenticare l’indispensabile appeal melodico. Una bella manciata di tracce, fra le quali emergono subito “Cyberworld”, la tetra “Feel it” ed “Instrument of the death”, poste nella prima parte del cd a ben esplicare lo stile del duo. Le liriche rimandano ad esperienze personali, e non appaiono assolutamente fuori luogo, pur trovandoci dinanzi ad un suono chirurgicamente asettico. La minacciosa “Deep” percuote i nostri sensi con una serie di beats ipnotici ed ossessivi, doppiati dalla voce filtrata del bravo M.a.r.c., “Small wheel” prosegue nell’esplorazione di desertiche vastità siderali (la nostra anima?) esaltando il pop iper-sintetizzato dei To Avoid. Superato lo shock provocato ad arte dalla feroce “Sowing the seeds of violence”, si plana sulle finali “Strange day” (inquietante…) e la poppeggiante (termine che non va a detrimento del risultato finale, tutt’altro!) “Wake up”, M.a.r.c. e grandT ci lasciano proclamando l’impegno profuso per rendere al meglio la loro creatura, e puntualizzando che quello che conta non è la confezione, il materiale bonus od altri inani orpelli: solo la Musica verrà tramandata ai posteri!

Per informazioni: www.capture-music.com
Web: http://www.promo-select.de
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.