Riverside: Second Life Syndrome

0
Condividi:

Ver Sacrum Già autori del positivo “Out of myself” (2004), i polacchi Riverside confermano la loro indiscutibile valentìa dando alle stampe il suo successore “Second life syndrome”, un bel concentrato di prog’n’dark metallizzati. Un ideale punto d’incontro tra i Porcupine Tree più visionari ed i frangenti maggiormente onirici e psichedelici di Opeth ed Anathema, che trovano punti di massima esaltazione nella eponima suite, un gran bel pezzo che sfiora i sedici minuti e che trasporta idealmente l’ascoltatore, attonito da tanta opulenza, nel variegato universo sonoro creato ad arte dal leader Mariusz Duda (cantante che deve aver assunto in dosi massicce le opere targate Steven Wilson, oltrecchè chitarrista dotato di tocco finissimo, anch’esso ascrivibile ad ascendenze pinkfloydiane miscelate col dark) e dai suoi fidi compari Piotr Grudzinski (chitarra), Piotr Kozieradzki (batteria) e Michal Lapaj (tastiere). Finalmente anche l’Europa si è accorta di quanto bravi siano i quattro, tanto che una loro perfo al Progpower Festival di Baarlo, Olanda, ha suscitato il vivissimo interesse, tramutatosi presto in entusiasmo, dei presenti. Possenti scalate chitarristiche vengono attutite dal fluido tastierismo di Lapaj, collante del peculiare sound del combo, pronto a repentine fughe sulla scia delle quali si inserisce la martellante sezione ritmica, dando vita ad un vorticoso succedersi di emozioni (esemplare “I turned you down”). I fan dei Porcupine Tree gioiranno de “Artificial smile”, piece movimentata da sei corde nervosissime al limite della nevrastenia, con una batteria impazzita a scardinare un impianto ritmico formidabile. Senza tralasciare il fondante assunto melodico, sempre presente nelle composizioni dei Riverside, al punto che ogni brano risulta godibile, non ostante la grande esposizione di tecnica alla quale l’uditorio viene sottoposto. Una piacevole sorpresa tramutatasi in solida realtà!

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.