Unter Null: The Failure Epiphany

0
Condividi:

Ver Sacrum Preceduto dal clamore suscitato dal “Sick Fuck EP”, ecco l’atteso album di Unter Null; “The Failure Epiphany” non delude certo le attese e si rivela come una delle migliori uscite in campo elettro-industrial del 2005. L’arrabbiatissima Erica si lancia in un assalto sonoro senza compromessi, mostrando tutta la carica aggressiva che le è valsa l’accostamento a Suicide Commando, che per altro trovo alquanto forzato, in quanto il progetto Unter Null ha una sua identità ben precisa ed è tutt’altro che un mero “copycat” della creatura di Johan Van Roy. “The Failure Epiphany” si rivela come un lavoro compatto e convincente dalla prima all’ultima traccia, con testi sofferti per via di esperienze che hanno coinvolto Erica in prima persona (ed i titoli dei brani sono già esemplificativi in tal senso), atmosfere sempre cupe, sofferte ed arrabbiate, con tanti brani con potenzialità di singolo, dalle già note “Sick Fuck” e “Your nightmare”, per arrivare a “Martyr” e “Zombieboy”, ma tutte le 13 tracce di questo disco sarebbero meritevoli di citazione, come tasselli che vanno a comporre un pregevole puzzle, in assoluto uno dei piu’ riusciti del 2005. Avendo recensito diversi dischi della Alfa Matix questo mese (e diciamo che l’etichetta belga ha risollevato le sue quotazioni con i dischi pubblicati sul finire del 2005), ho già accennato al fatto che ogni album è disponibile in “limited edition” da due cd. Se nei casi precedenti non mi ero soffermato sul contenuto dei secondi dischetti, spesso inutili riempitivi con remix insulsi, qui il cd2 diventa una buona appendice all’album vero e proprio, contenendo ben quattro inedite oltre ad ottimi remix a cura di Tamtrum, Terrorfakt, Kiew, Aslan Faction, Heimataerde, ecc… Senza aver inventato nulla di nuovo, Unter Null ha dimostrato come si possa fare ottima musica elettro-industrial senza essere cloni di nessuno; in questo la ragazza dà una bella lezione a tanti colleghi maschietti. Girl’s Power!

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.