Djenjer: Vortex

0
Condividi:

Ver Sacrum Senza dubbio è la prima volta che mi capita di incontrare un progetto industriale proveniente dal Marocco, paese in cui sonorità di questo genere credo siano particolarmente poco frequenti; l’esperienza non è stata di certo delle più semplici, visto che si tratta di un lavoro estremamente dissonante, prossimo ad alcune vecchie sperimentazioni con strumenti elettronici analogici ma fortemente intossicata da influenze industrial di vecchia data come dalla cultura più devastante del moderno rumorismo elettronico; si tratta di un progetto nuovissimo, visto che il responsabile del progetto, tal Yassine Maaroufi, gli ha dato vita nel dicembre 2005. Il CD in oggetto è costituito da sei brani, i cui titoli e la cui durata (che varia dai due minuti e mezzo a quasi un quarto d’ora) potrebbero far pensare ad una musica ispirata fortemente a quella dei corrieri cosmici dei tempi andati. In realtà ci si trova davanti a qualcosa di decisamente più ostico, costituito in buona parte da rumore elettronico generato, almeno apparentemente, da strumenti analogici e da strani effetti di feedback o interferenze. L’ascolto è decisamente difficoltoso: il brano che a mio giudizio si discosta un po’ di più dagli altri è quello d’apertura (“Black star dying”), che potrebbe ricordare alla lontana alcune delle cose più astratte dei Coil. Per il resto si alternano brani più silenziosi (“Astral communication”) ad altri più saturi ma sempre tendenzialmente ambientali (“Around newborn stars melted planets spin”) fino a quelli di più difficile impatto, in cui il rumore elettronico la fa da padrone, pur senza arrivare alla violenza inusitata di alcuni gruppi della scena elettronica più estrema. Per concludere, un’opera del genere, ai tempi dei Throbbing Gristle, sarebbe stata dirompente e innovativa mentre al giorno d’oggi perde un bel po’ del suo significato; d’altro canto può sicuramente essere una chicca per i completisti del genere, data la sua provenienza.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.