Quit Your Dayjob: Sweden, we got a problem

0
Condividi:

Ver Sacrum I Quit Your Dayjob sono tre svedesi completamente pazzi, che hanno realizzato un disco interessante e piuttosto originale. Qualche tempo fa ho avuto modo di vedere uno dei loro concerti e sono rimasta colpita dalla loro attitudine scanzonata, dalla presenza scenica che hanno dimostrato di avere e dal sound spaccatimpani che hanno proposto dall’inizio alla fine. L’ascolto del loro debut era quindi una cosa che mi incuriosiva parecchio, anche perché mi domandavo se i suoni “ultrapompati” prodotti dal vivo fossero presenti pure su cd. In realtà mi è bastato sentire poche note di Sweden, we got a problem per realizzare che c’è una bella differenza tra le due cose, nel senso che la dimensione live esalta moltissimo la componente electro dei brani del terzetto (tanto che a volte si ha quasi l’impressione di assistere alla performance di qualche gruppo dedito all’EBM o alla techno!), mentre su disco tale componente è messa meno in risalto e viene dato maggior spazio a sonorità surf-punk divertenti e sbarazzine, che fanno riferimento soprattutto alla scena crust svedese degli anni settanta e ottanta. Insomma, come avrete potuto capire i QYD ce l’hanno messa tutta per creare qualcosa di nuovo e poco scontato, e direi che ci sono riusciti in pieno! I pezzi dell’album sono molto brevi (più o meno la durata media è di un minuto e mezzo…) e sono caratterizzati da testi pervasi da una forte vena umoristica (a dimostrazione di ciò basta citare alcuni dei titoli, vedi ad esempio “I need a tourguide for my own head”, “Brain in vain”, “Pissing on a panda” o “Sperms are germs”), ma soprattutto si lasciano ascoltare con piacere e non rischiano di venire a noia, sia per la varietà che per la freschezza che li caratterizzano. È chiaro che una release di questo tipo si rivolge soprattutto a un pubblico rockettaro e open-minded, ma credo che il terzetto potrà essere apprezzato anche da qualche appassionato di electro danzereccia… Una cosa comunque è certa: i Quit Your Dayjob hanno belle idee e una buona dose di ironia oltre che di intelligenza, e oggigiorno queste qualità non sono poi così comuni in una giovane band (specie tutte e tre messe assieme)…

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.