Questo interessante promo degli Shenight, il secondo che ho la ventura di ascoltare, ci conduce su territori decisamente mansoniani, essendo evidente l’influenza che il Reverendo esercita sul gruppo, ma le tre tracce che compongono “The sick side of everytning”, lavoro malatissimo non solo nel titolo!, a partire dalla cattiva “Decadent art manifesto” ci travolgeranno colla loro carica nichilista e morbosissima, possedendo in nuce elementi tali da far propendere per un giudizio nettamente favorevole. Oscuri e violenti, gli Shenight urlano al mondo la loro rabbia, e le sonorità adottate amplificano il risultato: cantato fermo e personale, chitarrismo selvaggio, ma controllato, sezione ritmica molto tonica, furore iconoclasta mediato dal punk (non quello patinato propinato da MTV!), pulsazioni dark, scorie nu-metal e, sopra tutto, il nostro Manson a tutelare il tutto colla sua inquietante figura. Se sapranno insistere su percorsi più personali, e “Fashion victims (we’re all)” lo dimostra, il futuro riserverà loro certe soddisfazioni!