Leaether Strip: Walking on volcanos

0
Condividi:

Ver Sacrum Claus Larsen pare avere una gran voglia di recuperare il tempo perduto. Dopo parecchi anni di silenzio assoluto, l’artista danese nel giro di pochi mesi ha infatti pubblicato prima il mcd “Suicide Bombers”, quindi il doppio album “After the devastation” ed ora il mcd “Walking on volcanos”, articolato in nove tracce: sette inediti e due remix per “Dying is easy, life is harder” e “What if”, brani originariamente inclusi nell’album. Il nuovo mcd viene aperto dalla melodica “title track”, un brano dal refrain immediato, mentre la successiva “Hate and fear (Words of weapons)” alza notevolmente i ritmi; non troppo distante dall’originale il remix di “Dying is easy, life is harder”, una cupa nenia che rimanda neanche troppo velatamente a violenze subite nell’infanzia. Anche questa volta Claus è attento a tematiche sociali di stretta attualità, come palesato dal brano “How far is it from Auschwitz to Guantanamo?” Poco convincente “I love the sound of acid rain”, le cose migliorano sensibilmente con la cupa “Take me home again” e con la già nota “What if (Beats on classic mix)” che mantiene il suo “mood” malinconico anche in questo remix dai beats sostenuti. La “radio version” di “Walking on volcanos” e la rabbiosa “Life is a kick in the balls” completano la tracklist di questo mcd che si mantiene sul buono standard qualitativo dei prodotti precedenti: un terzo tassello a suggellare il ritorno di Leaether Strip.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.