Spiritual Front/Naevus: Badtime/Bedtime

0
Condividi:

Ver Sacrum Nostalgici e appassionati di vinile non disperate: al mondo c’è ancora qualcuno che si ricorda di voi e non disdegna di far uscire il proprio materiale su pregiati pezzetti di plastica in edizione limitata! Roba da collezionisti ovviamente, ma in questo caso non si tratta solo di un oggetto bello da guardare (lo split 10″ in questione è infatti un picture disc…) perché è soprattutto il suo contenuto a non passare inosservato. Le track incluse sono ben sei (tre per ogni gruppo) e per certi versi rappresentano un po’ quello che il neo-folk dovrebbe essere e di solito non è, vale a dire un insieme di sonorità dinamiche e dal forte impatto emotivo che riescono a scuotere l’ascoltatore invece che a farlo assopire! Il lato con i brani di Spiritual Front inizia con il valido “Malediction gitane”, che mostra chiaramente quanto la band romana sia cambiata nel corso degli anni, trasformandosi in un act ben più vicino al “mondo” di Nick Cave che non a quello dei Death In June. Si continua poi con l’altrettanto bello “Cold love in a cold coffin” (per il quale vale la stessa considerazione fatta in precedenza), mentre il conclusivo “Overture for castration” è uno strumentale contraddistinto da tetre atmosfere e da una base percussiva dall’incedere lento e ipnotico. Nel lato dedicato agli inglesi Naevus troviamo invece “Recovery is not permitted”, una canzone che a differenza delle precedenti rispetta i tipici canoni del neofolk, ma che almeno è cantata e suonata in maniera decente (cosa che non si può dire riguardo alle produzioni di tante formazioni dedite allo stesso stile musicale). Il bello comunque arriva con la fragorosa (e addirittura “tirata”, anche se in questo contesto tale termine suona un po’ strano…) “Blimey, it’s bedtime” e con la dolce e avvolgente “While you sleep”, che chiude in bellezza il lavoro. Insomma, se siete fan di uno o di entrambi i gruppi non potete perdervi questa release, ma viste le premesse immagino che un’affermazione del genere non vi stupisca per niente…

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.