Teatro Satanico Muzakiller: omonimo

0
Condividi:

Ver Sacrum Il Teatro Satanico Charles Manson è tornato, stavolta in collaborazione con Youcide del progetto Muzakiller, per disturbare il sonno dei benpensanti. Al solito si uniscono un’attitudine surreale e ironica verso l’atto artistico, (sano) anticlericalismo, ambientazioni sonori torbide e ossessive, sperimentazioni ed estremismi vari. Dal punto di vista musicale il CD è molto vario: si spazia dalle atmosfere ambient (la seconda parte di “Programmazione neurolinguistica”, quasi in stile Raison d’Être) al doom industriale di “Bastardo!”, dalle insolite soluzioni ritmiche di “Venetaranta” a momenti più propriamente rumoristici (“Nichilismo teontologico”, “Introibo ad alterem diaboli”). Come di consueto anche in quest’opera non mancano momenti ironici e dissacranti: già il titolo del brano “Venetaranta” è un piccolo cult mentre un puro esempio dell’humor nerissimo e corrosivo tipico di questo progetto si ha nel testo di “Uomo, donna, dio”. D’altra parte l’ironia serve a “spezzare” l’atmosfera cupa del CD, resa ancora più pesante da alcuni brani “forti” che colpiscono allo stomaco l’ascoltatore. Non si tratta tanto di irruenze sonore quanto del modo con cui i suoni si compongono ai testi. In questo CD sono due gli episodi di questo tipo, ovvero “Disciplina Scolastica” e il video di “Piccina”. Il primo è una sorta di inquietantissima cronaca di una violenza ai danni di una bambina, nelle parole dello stupratore. Il testo è molto ambiguo, tutt’altro che didascalico, e viene recitato in modo molto convincente su un ossessivo loop di tastiere. Un vero pugno nello stomaco! Altrettanto disturbante è il video di “Piccina”, una specie di fiaba nerissima che narra di una mefistofelica bambina killer. Il video è costruito con gli inquietanti disegni di Youcide e Rakna, le cui opere compaiono anche nel booklet del CD, mentre una tetrissima base musicale accompagna il testo recitato. Ancora una riuscitissima opera da una delle più originali e intelligenti (nonché longeve) realtà alternative italiane. Da supportare a spada tratta!

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.