Cult Of Luna: Somewhere along the highway

0
Condividi:

Ver Sacrum Non posso dire di essere una grande appassionata di post-metal e di tutte quelle band che propongono materiale caratterizzato da un’alternanza tra granitici “wall of sound” e parti lente e melodiche, ma devo dire che nel nostro paese questo tipo di scena ha un discreto seguito e che gli album di formazioni come Cult Of Luna, Isis e Pelican sono ormai diventati oggetto di culto per parecchi ascoltatori. In particolare vorrei occuparmi del primo tra i gruppi nominati, che con il nuovo Somewhere along the highway scrive un’altra pagina nella storia del genere cui appartiene, e che con ogni probabilità raccoglierà grandi consensi di pubblico, anche se personalmente non posso dire che queste sette tracce mi abbiano entusiasmato granché. La verità è che riconosco la bravura del combo svedese e credo sia molto abile nel costruire pezzi nei quali convivono stati d’animo diversissimi tra loro, ma non trovo nulla di esaltante in tale approccio alla materia musicale, più che altro perché nel disco c’è una grossa differenza di qualità tra le parti più intense e pesanti (decisamente le migliori secondo me…) e quelle più tranquille e rilassate, che purtroppo sono troppo numerose e talvolta risultano di una noia mortale. Spesso e volentieri si ha la sensazione di ascoltare una band post-rock invece che una post-metal, e ciò non è un buon segno perché indica che i Cult Of Luna stanno un po’ esaurendo la loro vena creativa e stanno cercando facili scappatoie, che ovviamente non possono dare origine a risultati ragguardevoli!! Come ho già detto tendo ad essere molto critica quando si tratta di esprimere un parere sulle band appartenenti a questo tipo di scena, per cui non vorrei sviare tutti coloro che, a differenza della sottoscritta, le amano in maniera viscerale e sono propensi ad apprezzare tutte le loro produzioni. Piuttosto direi che l’avvertimento va a quelli che guardano con un po’ di sospetto certe release, e che magari sono attratti più dal nome che dall’effettiva sostanza che sta dietro di esso: in questo caso il mio consiglio è di andarci cauti e di non aspettarsi troppo, perché il rischio di rimanere delusi c’è, ed è anche abbastanza alto…

Condividi:

Lascia un commento

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.