Vigilante: Juicio Final

0
Condividi:

Ver Sacrum Buona l’idea di riproporre alcuni brani del precedente “The heroes’ code” in spagnolo, anche se le urla belluine di Ivan Munoz possono rendere difficoltosa la loro intelligibilità. Così le spanish versions di “The other side”, “One good reason” e “Survive”, ribattezzate rispettivamente “Juicio final”, “Resistir” e Sangrar” non fanno che confermare la loro attitudine a fornir pezzi dotati di una cadenza marziale e stordente, d’altronde è noto che i cileni fanno del devastante impatto ritmico la loro arma letale, e che nell’assunto lirico trovano il loro punto di maggior interesse. Non solo martellamento strumentale, i Vigilante intendono, con la loro musica, ottener ben altro effetto. L’intro della title-track è particolarmente inquietante, un pezzo come “Survive”, già cupo di suo, in questa inedita veste acquisce le sue spigolosità e la componente oscura risulta decisamente accresciuta. Ma JF riserva altre piacevoli sorprese. A partire da “Justice”, traccia inedita (non per nulla citata come “Advance 2006”) che farà parte della track-list dell’incombente “A war of ideas”, e dalla bella serie di remix di curati da Funker Vogt (mooolto carina la loro rivisitazione di “The other side”), Z Prochek, Chiasm, Amateur God e Obszon Geschopf. Non un semplice mini, adunque, ma un prodottino arricchito da una bella serie di chicche, da gustare in attesa del già citato disco di prossima uscita.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.