Covenant: Brave New World

0
Condividi:

Ver Sacrum Dopo svariati rinvii sulla sua data di pubblicazione, ecco finalmente “Brave New World”, secondo singolo estratto dall’eccellente “Skyshapers”. Il brano (indubbiamente uno dei piu’ validi dell’album) viene proposto in ben 4 versioni, con l’inedita “The new virus” a completare la tracklist. Nonostante il valore del brano e l’amore che nutro per i Covenant, devo essere coerente con quanto sostenuto in altre occasioni simili, ovvero trovo che l’acquisto di questi singoli possa interessare solo i fans piu’ scatenati delle bands che li realizzano, in quanto non so a quante persone interessi sborsare soldi per sentire la stessa canzone proposta in piu’ versioni. Detto questo, due parole sui brani presenti: “Brave new world (version)” è la stessa apparsa sull’album; la “radio version” è piu’ breve ed apporta leggere variazioni all’originale; la “club version” come è facilmente intuibile è quella maggiormente orientata per l’uso in discoteca, mentre la versione denominata “Tempest” è quella che si discosta maggiormente dall’originale, con un arrangiamento assai melodico. L’inedita “The new virus” è strumentale (con brevi inserti vocali trattati col vocoder) e si riallaccia alle sonorità elettroniche “analogico-minimali” che già avevano caratterizzato sopratutto le tracce inedite incluse nel singolo “Ritual Noise” ed il bonus cd della “limited edition di “Skyshaper”.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.