Lost Signal: Eviscerate

0
Condividi:

Ver Sacrum A cinque anni di distanza dal precedente “Catharsis”, torna alla ribalta il progetto di Charles Rehill; il secondo album dell’artista americano, viene pubblicato dalla label di Tom Shear (Assemblage 23) ed è proprio alla musica di Tom che si può ricondurre quella dei brani inclusi in “Eviscerate”: elettro-pop di gran classe, melodia e ritmo per un disco veramente piacevole con tante potenziali hits (“Quicksand effects”, “Locked away”). L’unica cosa che non mi entusiasma di questo disco è la voce di Charles, vero “tallone d’Achille” di questo progetto: un vero peccato, perchè con un’interpretazione vocale migliore avrebbe valorizzato maggiormente brani comunque validi dal punto di vista compositivo. Al di là delle valutazioni sulla prova vocale di Charles, “Eviscerate” può considerarsi come un discreto disco, con le carte in regola per soddisfare i fans del future-pop.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.