The Eternal Afflict: Realict or Requiem

0
Condividi:

Ver Sacrum Una delle band piu’ importanti dell’ondata “elettro-dark” tedesca dell’inizio degli anni ’90 sono stati indubbiamente gli Eternal Afflict. A loro (assieme a Project Pitchfork, Das Ich, X-Marks The Pedwalk, ecc…) si deve lo sviluppo di quella che è poi divenuta (ed è tuttora) la scena “oscura” piu’ nutrita di tutto il mondo. Questo cd “best of” raccoglie i brani piu’ famosi della discografia degli Eternal Afflict, band tutt’ora in attività (è dell’anno scorso il loro ultimo cd “Euphoric And Demonic”), ma che ha indubbiamente dato il meglio di sè nei primissimi anni di carriera: è infatti tra le primissime tracce del cd che troviamo il micidiale trittico dei loro brani piu’ famosi: “San Diego”, “Paint it black” (magistrale cover del brano dei Rolling Stones) e “We lebanon you”: pezzi che per anni hanno imperversato anche nelle discoteche “dark” italiane. A quel periodo risalgono anche le meno note “Agony, I like” e “Trauma Rouge”, mentre “War child” e “Childhood” (tratte dall’album “War”, probabilmente il loro ultimo disco che abbia avuto un minimo riscontro in termini di vendita ed interesse da parte del pubblico) rappresentano la fine del miglior periodo vissuto dalla band tedesca: è infatti palese un calo di ispirazione nelle ultime tracce di questo cd, i cui brani provengono dai dischi piu’ recenti. Disco caldamente consigliato per le nuove leve dell’elettro-dark ed anche per i piu’ anziani, a meno che non possediate già tutti i loro cd.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.