Punto Omega: Nostalgias del origen

0
Condividi:

Ver Sacrum Tre anni dopo il loro omonimo primo album, ecco il nuovo disco della band argentina. In “Nostalgias del origen”, come per il suo predecessore, convivono le due anime dei Punto Omega: quella prettamente “harsh”, che li porta a comporre brani con voce distorta e beats incalzanti (che li fanno disperdere nell’infinita lista di bands affiliate a questo genere, con l’aggravante del cantato in spagnolo che inevitabilmente gli provoca accostamenti ad Hocico ed Amduscia, pur avendo ben poco da spartire con le due band messicane) e la componente maggiormente melodica che si esalta in episodi apocalittico-marziali come l’iniziale title-track (caratterizzata dal suono della cornamusa e delle percussioni militari) piuttosto che nella suntuosa “Falsos Suenos”, interpretata in spagnolo da Elena Fossi: brano dalle sonorità morbide ed oscure con la splendida voce di Elena a fare il resto, per quello che è il mio brano preferito del disco. E’ proprio la capacità di comporre melodie comunque sempre apprezzabili e di dare una buona base orchestrale ad ogni brano che rende questo lavoro preferibile a tanti altri dischi “harsh-elettro”: pur essendo questo l’aspetto preponderante nella musica dei Punto Omega (portandoli a comporre brani dalle buone potenzialità sul dancefloor, da “El ojo” a “Carpe Diem”, da “Ajenidad” a “La vida es solo teatro”), non è l’unico: la band argentina si dimostra infatti in possesso di un discreto talento compositivo che affiora in quasi tutti i brani del disco. Il secondo cd della limited edition ospita vari remix, con il brano “El ojo” a fare la parte del leone, venendo rielaborato da Funker Vogt, Heimataerde e Metallspuerhunde, mentre per altri brani troviamo all’opera Samsas Traum, Dope Stars Inc, ecc…. Come troppo spesso accade con i “bonus cd” a base di remix, questo secondo dischetto non contiene però nulla di realmente memorabile e finisce con l’essere un superfluo corollario all’invece discreto album.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.