E-Craft: Unsocial Themes

0
Condividi:

Ver Sacrum A quattro anni dal loro ultimo cd “Status” (una sorta di best-of con l’aggiunta di remix, inediti e brani “live”), tornano con un nuovo album, gli E-Craft. Proveniente dall’ex-Germania Est, questa band propone da sempre un sound particolarmente duro ed aggressivo, una sorta di EBM old-school contaminato con l’industrial. L’apertura del cd è affidata a “Leid-Tier” e “Revolts Blood”, buoni pezzi, sopratutto la seconda che potrebbero ricordare i Funker Vogt piu’ ispirati; la successiva “Invasion Destructive” è prevalentemante strumentale ed entra in “zona Feindflug”, tanto per voler dare dei termini di riferimento al lettore/ascoltatore e apre una serie di brani piu’ “duri”, come “Easy to fuck!”, brano decisamente “abrasivo” che fa convergere industrial e techno. “Necromanie” è un’altro brano emblematico del sound di E-Craft, dove l’EBM piu’ dura va a braccetto con l’industrial; si muovono su queste coordinate buona parte delle successive tracce (“Feindfahrt”, “Gerichtet V2.0”), per un disco “muscolare” ma tutt’altro che monotono ed assai piu’ ispirato di tanti altri beceri cd. Un sound “old school”, forse un pò ingenuo e datato, ma schietto e sincero, che fa di “Unsocial Themes” è una sorta di “must” per gli amanti dell’EBM “old school” piu’ dura e senza compromessi.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.