Malato: Avant-pop muzak

0
Condividi:

Ver Sacrum Quando c’è classe, quando seguire la propria direzione è qualcosa di innato e non frutto di tentativi, e quando l’inserimento in una categoria è l’ultimo dei problemi, escono dischi come questo. Molto pochi ma molto buoni. Ma “Avant pop muzak”, debutto per OEC di Malato, progetto in cui sono coinvolti nomi noti della scena della capitale (chi? Comprate il disco!!! uhm, diamo qualche indicazione… Ain Soph, Circus Joy, No Light for Tomorrow…), fa anche di più. Un Malato, infatti, perfettamente cosciente del potere della sua condizione, capace di far collimare parole severe, austere, con ritmiche travolgenti di estrazione jungle e drum’n’bass (“B12”) attraversate da un theremin che anche nell’opener “Uni” scardina qualsiasi ordine ricomponendolo in altri schemi; di far volutamente disturbare da interferenze noisy i tempi scanditi dal j’accuse provocatorio di “VS”; e riversarsi nel vortice elettronico di “Digital Vampire”, brano in collaborazione con Kenji Siratori (il quale, per tirare fuori una frase non mia, è in ogni ddddove!). Notevoli, infine, i due remix di “Uni” a opera del noto stakanovista del dark industrial Henrik ‘Nordvargr’ Bjorkk, sotto le vesti di MZ412 (e qui genuflessione di rito) e Folkstorm, distorcendone l’impatto in maniera criptica, soffocante, piena di malsana attrattiva. I Malato hanno costruito un microcosmo sonoro in cui, per quanto ovvio, il termine “avanguardia” rimane il più appropriato per una necessità di definizione forzata: nulla, infatti, qui è prevedibile né al contrario lasciato al caso, in costruzioni apparentemente lineari ma prodotto di combinazioni inusuali, di elementi ai due antipodi dell’ordine e del caos che nei loro brani trovano un’inaspettata e corrosiva armonia. Una delle poche ma sconvolgenti novità provenienti dal suolo patrio. E un progetto di cui, in tempi di cloni e wannabes, si sentiva il bisogno. Bravissimi!!! n.b: il CD-r è disponibile in sole 180 copie…. La fretta a volte non è una cattiva consigliera!

TagsMalato
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.