Psycho D-Vein: Fallen

0
Condividi:

Ver Sacrum Non si può non notare quanto il nome del gruppo aderisca perfettamente alla proposta musicale dello stesso… “Nena” è infatti un brano assolutamente disturbante e psicotico, che mixa Smashing Pumpkins, shoegaze/dreampop imparentato coi My Bloody Valentine e dosi abbondanti di devianza sonica, e che posto all’apertura di “Fallen” si assume in toto la responsabilità di illustrare all’occasionale ascoltatore quanto in seguito verrà proposto. Non da meno è “Die with delight”, mentre “Where is the grey” si dimostra più , a parte il cantato, con basso-chitarra-batteria ancorati su coordinate tipicamente wave. “Fallen” è una raccolta di brani che potremmo inquadrare come ballate malate, essendo il ritmo assai blando e privo di accelerazioni; nel complesso è lavoro interessante, anche se alla fine potrà risultare un pochino pesante (effetto voluto dai suoi autori? Chissà, il sospetto però matura…), sensazione cagionata dalla compattezza della proposta. E’ bene comunque insistere e ponderare con attenzione ogni singolo episodio: vi sono degli spunti davvero interessanti, come la bella “Claire song” che non lascerà indifferenti coloro che hanno apprezzato Slowdive, Lush ed affini (idem dicasi per “Water”). Melanconiche derive tardo-curiane intarsiano “Fallen” di tasselli preziosi che potrebbero rappresentare un solido punto di partenza per le produzioni future dei nostri. Bella la darkeggiante “Filthy man”, caratterizzata dal bel lavoro strumentale e da atmosfere cupe e claustrofobiche a la Bauhaus. Magari da rivedere la voce, qualche pezzo in meno (dieci più bonus totali) avrebbe giuovato alla linea, ma nel complesso l’impressione che si ricava è positiva. Non sono in possesso di ulteriori ed illuminanti informazioni che meglio mi permettano di definire la consistenza del progetto Psycho D-Vein (solista con ospiti? Può darsi, considerando le asciutte sonorità).

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.