Nekromantix: Life is a grave and I dig it

0
Condividi:

Ver Sacrum Originari di Copenhagen, ma da tempo trasferitisi in quel di Los Angeles, i Nekromantix vengono da più parti descritti come un ideale connubio tra gli Stray Cats e i Misfits, difatti ricordano molto i primi per quanto riguarda il sound, mentre si rifanno sicuramente ai secondi per ciò che concerne le tematiche trattate nei loro testi, che sono sempre a sfondo ironico-orrorifico. In passato il terzetto formato da Kim Nekroman (voce e “coffin bass”!!), Tröy Deströy (chitarra) e Andy DeMize (batteria) ci aveva deliziato con dischi dai titoli davvero buffi e stravaganti (vedi ad esempio Demons are a girl’s best friend, Dead girls don’t cry o Return of the loving dead…) e, lungi dall’idea di volersi smentire, torna alla carica con Life is a grave and I dig it, che non aggiunge nulla di nuovo a quanto già potevamo sapere, ma che di sicuro non deluderà i fan ultra-conservatori di questo genere musicale. Per chi non avesse familiarità con la band, dirò che ciò che troverete nell’album si avvicina sia al rock anni cinquanta che al vero e proprio psychobilly (stile parecchio influenzato dal punk…), difatti sono presenti sia brani un po’ più vecchio stile, contraddistinti da ritmiche non molto elevate (“Fantazma”, “My girl”, “Flowers are slow”), che episodi maggiormente improntati su dinamismo e velocità, come nel caso di “Panic at the morgue”, “Beast” “Rot in hell”, “Out comes the batz” e via discorrendo. In linea generale non ho riscontrato la presenza di “difetti” evidenti in questa produzione che, pur mancando di originalità, ha comunque dalla sua tutta una serie di caratteristiche che la rendono interessante, a cominciare dalla compattezza strutturale delle canzoni, dalla loro orecchiabilità e dal fatto che i quasi cinquanta minuti di durata volano via in un battibaleno. Insomma, con i Nekromantix non si rischia l’effetto-sorpresa, ma forse in questo caso specifico può anche andar bene così!

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.