Noisuf-X: The beauty of destruction

0
Condividi:

Ver Sacrum Periodo di super lavoro per Jan L. che dopo aver appena pubblicato il nuovo album di X-Fusion (recensito lo scorso mese), si cala ora nei panni di Noisuf-X per questo “The beauty of destruction” che segue di qualche mese l’EP “Tinnitus”. “The beauty of destruction” racchiude tredici brani che promettono di fare faville sui dancefloors, sviluppando un sound elettro-industrial di matrice prettamente danzereccia, imperniati su beats incalzanti che trovano la sublimazione in pezzi come “Hit me hard”, “Fine Line”, “Orgasm”; brani per palati magari non molto raffinati, ma indubbiamente ben realizzati e perfettamente funzionali allo scopo che si prefiggono. In certi episodi l’ago della bilancia sembra spostarsi in prossimità di un techno-sound alla Soman (“Chaos”), in altri mi pare di avvertire paragoni con certe cose di Reaper (“Geh Zur Hoelle”). Non mancano brani dove il battito è supportato da sonorità che troverei ideali per un film dell’orrore (“Distorted self perception”, “Toccata del terrore”…appunto); personalmente sono proprio questi i brani che preferisco, proprio in virtu’ di queste peculiarità “oscure” che li rendono riconducibili sopratutto a quanto sviluppato da Jan come X-Fusion.

Condividi:

Lascia un commento

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.