Ouroboros: Lux arcana

0
Condividi:

Ver Sacrum Non so sia corretto considerare Ouroboros come il progetto “principale” di Marco Grosso; credo costituisca, comunque, la vena compositiva più fertile del musicista italiano e, a mio giudizio, quella con cui è riuscito a raggiungere i risultati più interessanti e maturi. Dopo tre CD-R assolutamente autoprodotti, caratterizzati peraltro da una buona cura della veste grafica per quanto riguarda le edizioni limitate, finalmente il nostro riesce ad accasarsi presso un’etichetta vera e propria: la giapponese Sabbathid. Non posso che unirmi al coro delle persone dispiaciute del fatto che un musicista italiano di talento debba andare a cercare sostegno dall’altra parte del globo ma si sa, così vanno le cose e, per il mercato discografico come lo abbiamo sempre concepito, il futuro è brumoso. Questo nuovo lavoro di Ouroboros prosegue nella direzione già intrapresa in passato senza però perdere troppo tempo a gloriarsi sui propri allori aggiungendo al suono che già conosciamo caratteristiche nuove. Se la maggior parte dei brani rimane all’interno di un ambito di ambient a sfondo esoterico (belle, in questo senso, l’introduttiva “Lux Arcana” con il testo latino recitato a due voci e “Vox interior”, con i suoi campionamenti quasi mantrici), a tratti più industrial (“V.I.T.R.I.O.L.” e “Cauda Pavonis”), gli altri tre brani introducono strutture nuove e inusitate a livello ritmico (“Artifex”, il brano più ritmato ma meno riuscito dell’album, in bilico com’è tra tentativi EBM ed elettronica vecchio stile alla Vangelis e “Azoth”, non molto dissimile ma più interessante e priva dei ritmi “freddini” della precedente) o melodiche (la cover di “Russians”, di Sting). Un disco, quindi, che alterna tratti di buon livello a momenti che, pur rappresentando probabilmente un tentativo di far evolvere il suono e di affrancarlo da retaggi recentemente troppo sfruttati da numerosi progetti, non sono riuscito a condividere fino in fondo.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.